AMBURGO IN POCHE ORE

Passeggiando per Amburgo in poche ore

AMBURGO IN POCHE ORE

Amburgo è una delle maggiori città di scalo sia aeroportuale che soprattutto portuale, per cui molti tra una tappa e l’altra del loro viaggio si ritagliano un po’ di tempo per visitare Amburgo in poche ore.

Nel mio caso, la vicina Bremerhaven è stata l’ultima tappa di una crociera da Reykjavik per le Isole Faroe. Da Bremerhaven ho preso un treno e mi sono dedicata all’esplorazione di Amburgo prima del mio volo di rientro a Roma.

Ovviamente potendo esplorare Amburgo in poche ore ho dovuto fare una selezione spietata dei punti di interesse della città.

Premessa: ero completamente distrutta! Ero reduce dall’ultima serata a bordo, passata con i miei fantastici compagni di crociera sulla prua della nave sotto un meraviglioso cielo stellato. Non ci pareva vero di “vedere” finalmente il buio dopo giorni di navigazione nelle serate estive dei mari del nord senza notte!

Altra premessa: sono capitata ad Amburgo in una giornata di afa incredibile che mi ha assolutamente colto di sorpresa dopo più di una settimana nel gelo nordatlantico! Non pensavo che il freddo dell’Islanda mi sarebbe mancato così rapidamente.

Ma non mi sono persa d’animo! Mi sono fatta forza e coraggio e ho iniziato il mio giro facendo finta che il caldo e il sonno non esistessero!

Se vi piace camminare, visitare Amburgo in poche ore è assolutamente possibile anche senza usare nessun mezzo di trasporto.

Per cui se siete pronti (sono sicura che nel 90% dei casi l’afa ad Amburgo non sarà di certo il vostro problema) seguite il mio itinerario a piedi.

Iniziamo la visita dal monumento più importante della città: il Municipio di Amburgo, o Rathaus.

MUNICIPIO DI AMBURGO.

Amburgo è una città-stato con un proprio Parlamento e Senato e il suo Municipio ne è la sede.

Municipio di Amburgo

Il Rathaus è un bellissimo edificio costruito nel 1897 nella grande piazza pedonale Rathausmarkt.

Si può entrare liberamente nell’atrio del municipio e nel bel cortile con la fontana di Igea, la dea greca della salute.

Atrio del Municipio di Amburgo
Atrio del Municipio di Amburgo
Fontana di Igea nel Cortile del Municipio di Amburgo
Fontana di Igea nel Cortile del Municipio di Amburgo

Per visitare invece le sue 647 sale (che sono più delle sale del Buckingham Palace di Londra) occorre prenotare un tour guidato dalla durata di un’ora.

Il Municipio è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 18:00 e si può prenotare il tour direttamente in loco.

PASSEGGIATA INTORNO AL LAGO BINNENALSTER.

A pochi passi dal Municipio si trova il lago artificiale Binnenalster.

Se ne avete voglia fate una bella passeggiata intorno al lago dove si respira veramente una bella atmosfera, tipica di una bella città europea attraversata da vari corsi d’acqua.

Passeggiata lungo il lago Binnenalster di Amburgo

Dal ponte Lombardsbrücke potete fare delle belle foto al Binnenalster con lo skyline della città come sfondo.

Panorama sul lago Binnenalster di Amburgo dal Ponte Lombardsbrucke

Una volta completato il giretto, prendiamo Bergstraße e andiamo tutto dritto fino ad arrivare al fiume Elba.

PASSEGGIATA LUNGO I CANALI DEL FIUME ELBA.

Il fiume Elba si separa ad Amburgo in vari corsi d’acqua, dandole il suo aspetto caratteristico di città di ponti e canali.

Camminando su Zippelhaus, Katharinenkirchhof e Bei den Mühren, tre stradine contigue lungo il fiume, abbiamo una bella visuale del particolare profilo di Amburgo: vecchi magazzini a mattoncini rossi che si affacciano sui canali dell’Elba.

Magazzini che si affacciano sui canali dell'Elba ad Amburgo

I vecchi magazzini fanno parte di un complesso chiamato Speicherstadt e la maggior parte di loro è ora in disuso.

Attraversando uno dei ponti che partono da queste tre stradine arriverete alla strada che porta al Miniatur Wunderland, il museo che espone il plastico ferroviario più grande del mondo.

Purtroppo devo sacrificare il Miniatur Wunderland nel mio frenetico tour di Amburgo in poche ore e continuo la mia passeggiata attraversando un altro ponte verso la Elbphilharmonie.

ELBPHILHARMONIE.

La Elbphilharmonie (la Filarmonica dell’Elba) è una sala di concerti inaugurata nel 2017.

L’auditorium si inserisce perfettamente nel suo sfondo portuale. Sembra infatti una grande nave da crociera pronta a salpare!

Profilo dell'Elbphilharmonie di Amburgo da lontano

La grande costruzione di vetro si poggia su una base ricavata dai resti di un vecchio magazzino di cacao.

Elbphilharmonie di Amburgo

Ci troviamo ora alle porte del grandioso porto di Amburgo.

IL PORTO DI AMBURGO.

Il porto di Amburgo è il porto più grande della Germania e il secondo in Europa, dopo Rotterdam.

Il traffico marittimo di questo porto è grandioso: più di 13000 approdi l’anno tra navi da crociera, barche per giri turistici, ma soprattutto navi cargo. Amburgo è infatti il primo porto del mondo come traffico di navi container.

Il porto è per Amburgo un po’ come la Tour Eiffel per Parigi o le piramidi per l’Egitto!

Se volete conoscere la vera essenza di Amburgo, lasciate che il vostro sguardo si perda un po’ nel suo porto.

Porto di Amburgo

Ma se cercate il mare con il vostro sguardo, per quanto intenso e profondo, non lo troverete! Il fiume Elba infatti percorre ben 100 km dal porto prima di sfociare nel lontano Mare del Nord!

Adesso diamo le spalle al porto, attraversiamo un po’ di ponti e camminiamo verso la Chiesa di San Michele.

CHIESA DI SAN MICHELE.

La Chiesa di San Michele è una delle icone di Amburgo in quanto il suo campanile, alto 132 metri, è visibile da qualsiasi punto della città.

Chiesa di San Michele di Amburgo

Chiamata semplicemente “Der Michel” dagli abitanti, è la chiesa protestante principale della città ed è dedicata a San Michele Arcangelo.

La chiesa ha subito diverse ricostruzioni in quanto fu distrutta la prima volta da un incendio nel 1906 per poi essere nuovamente danneggiata dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Il Michele, per dirlo alla maniera locale, si trova in una zona molto carina, per cui approfittatene per farvi anche un bel giretto tra le sue stradine.

A pochi passi dalla chiesa si può raggiungere St. Pauli, il quartiere a luci rosse, in cui si trova la strada Große Freiheit, famosa per i locali dove si esibivano spesso i Beatles.

 

Siamo arrivati ora al termine del nostro giretto di Amburgo in poche ore.

Se vi è rimasto ancora un po’ di tempo a disposizione, finite questa giornata con una bella passeggiata, o perché no una bella corsetta, nel parco Planten un Blomen, nel quartiere di St. Pauli.

O se già si è fatto buio, tornate nella zona del Municipio e del lago Binnenalster e prendetevi una bella birretta tedesca godendovi le lucine della città che si specchiano nell’acqua dei canali.