VIAGGIO A PARIGI

Selfie con la Tour Eiffel nel mio viaggio a Parigi

VIAGGIO A PARIGI

Nessuno fa un viaggio a Parigi senza innamorarsi perdutamente di questa città.

J’aime Paris!

Se non lo avete mai detto in francese, lo avrete sicuramente pensato almeno una volta nella vostra lingua.

Parigi è per definizione la città dell’amore. Sono sicura che se iniziate a pensare a città romantiche nel mondo, vi viene sicuramente in mente Parigi.

Non importa se fate il vostro viaggio a Parigi con la vostra anima gemella, con il vostro migliore amico o da soli. L’atmosfera romantica di questa città si percepisce ovunque.

La prima volta che sono stata a Parigi ero solo una bambina. Il viaggio era parte di un progetto scolastico di scambio culturale, dove noi alunni siamo stati ospiti di famiglie parigine per 10 giorni.

E quindi a soli 8 anni, ho preso il mio primo aereo e sono partita per questa meravigliosa città con i miei compagnetti di scuola e le mie maestre per vivere questa fantastica esperienza.

Non mi scorderò mai la fortissima sensazione che ho provato la notte prima del viaggio! Ero così contenta che mi sono svegliata nel cuore della notte, emozionatissima per questa nuova avventura nella mia giovanissima vita.

Parigi ha quindi un fortissimo e cruciale significato per me. Qui è dove è iniziata la mia Sindrome di Wanderlust, o come volete chiamare questa continua dipendenza dai viaggi.

Ed ecco che dopo 22 anni ho deciso di tornare. Di tornare dove tutto è cominciato.

Il piano era quello di incontrare una mia amica in viaggio da Barcellona a Parigi, ma sfortunatamente il suo volo è stato cancellato per maltempo. Per cui non mi sono mai incontrata con la mia amica e mi sono ritrovata a Parigi da sola per 3 giorni.

Ero così triste ma Parigi riesce a consolare chiunque. C’è questa magica energia che ti tocca il cuore.

Ma perché è così? Spiegarlo è difficile, è quella sensazione che hai quando passeggi lungo la Senna, quando vedi la Tour Eiffel illuminata di notte, quando ti dicono “merci Mademoiselle” dopo aver ordinato il tuo “pain au chocolat et café au lait”.

E allora grazie Parigi per esserti presa cura di me e per avermi riportato questi dolcissimi ricordi di infanzia.

Oui, j’aime Paris!

Leggi anche:

VISITARE PARIGI IN 3 GIORNI

DOVE CORRERE A PARIGI