JAISALMER: ITINERARIO DI DUE GIORNI NELLA CITTÀ GIALLA DELL’INDIA

Cosa vedere a Jaisalmer: panorama dal Palazzo del Forte

Questo articolo potrebbe contenere dei link di affiliazione, il che significa che potrei ricevere una commissione a nessun costo aggiuntivo per te se effettui un acquisto tramite un link sul mio sito. Leggi l’informativa completa per maggiori informazioni.

Cosa Vedere a Jaisalmer: itinerario di due giorni alla scoperta di cosa fare nel Forte di Jaisalmer e dintorni.

Finalmente dopo un lungo viaggio in macchina da Udaipur eccoci arrivate a Jaisalmer, la città “gialla” dell’India.

Al tuo arrivo a Jaisalmer capirai subito perché viene definita così. Sembra infatti che qualcuno abbia applicato un filtro “tutto giallo” alla città.

Ma stavolta Instagram non c’entra nulla. Ciò che dà questo caratteristico color oro alla città sono le sue mura in arenaria gialla che ricordano proprio il colore del deserto dove Jaisalmer si trova immersa.

Jaisalmer si trova infatti nel bel mezzo del deserto del Thar e un tempo era un’oasi di sosta per le carovane e i viaggiatori che attraversavano la Via della Seta.

Ma Jaisalmer non affascina solo per il suo deserto. Jaisalmer è anche una delle città fortificate più grandi e meglio conservate del mondo, tant’è che il forte di Jaisalmer con i suoi 99 bastioni è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Jaisalmer era in passato centro di molte battaglie per cui doveva difendersi bene! Oggi i bastioni non servono più per difendere la città ma per regalarti un magnifico panorama al tramonto.

Noi non siamo riuscite ad arrivare a Jaisalmer in tempo per il tramonto ma ci siamo decisamente rifatte nelle due giornate seguenti. Il primo giorno lo abbiamo dedicato interamente al forte, e il secondo al lago Gadisar e a una meravigliosa escursione nel deserto.

Scopriamo quindi subito cosa vedere a Jaisalmer con il nostro itinerario di due giorni!

COSA VEDERE NEL FORTE DI JAISALMER.

Passeggiamo tra le vie tortuose del Forte di Jaisalmer, costruito nel 1156 dal re Rawal Jaisal.

Ti consiglio di camminare senza una meta precisa e perderti tra i vari vicoli. Incontrerai tantissime havelis, le residenze tradizionali di Jaisalmer che riconoscerai per le bellissime decorazioni di cui sono ricche.

Ogni angolo è un bellissimo scorcio da fotografare.

Mucche in uno degli scorci da fotografare nel Forte di Jaisalmer

E quanto a shopping, non hai che l’imbarazzo della scelta. Io ho fatto letteralmente incetta di curry! Indiano DOC! Mamma mia che buono!

Nella tua passeggiata senza meta assicurati di non perderti queste tre cose: la visita al Palazzo Reale, i Templi Giainisti, e il tramonto dai bastioni del forte.

PALAZZO REALE DI JAISALMER.

Il Palazzo Reale di Jaisalmer, chiamato anche Palazzo del Maharawal o più semplicemente Palazzo del Forte, è una tappa imperdibile del tuo viaggio a Jaisalmer.

Esterni del Palazzo Reale del Forte di Jaisalmer

Il Palazzo Reale è anche sede del Jaisalmer Palace Museum che espone una collezione di oggetti d’epoca.

Ti consiglio di prendere le audioguide (disponibili anche in italiano) per ascoltare la storia e i dettagli del palazzo mentre visiti le varie stanze, cortili e balconi.

Noi con le audioguide nel Palazzo Reale di Jaisalmer

Le decorazioni finissime che incontri lungo il percorso sono stupende! Sono l’opera di scultori di religione musulmana chiamati Silavat.

Decorazioni nel Palazzo Reale di Jaisalmer

Mentre passeggio tra i cortili del Palazzo Reale mi sento un po’ la Jasmine della situazione! Una Jasmine bionda ma non stiamo a guardare il pelo nell’uovo su!

Oltre a farti volare un po’ con la fantasia, la visita del Palazzo Reale ti regala anche un panorama spettacolare sulla città! Vai pure con le foto a gogo!

Panorama su Jaisalmer dal Palazzo Reale

I TEMPLI GIAINISTI DI JAISALMER.

Un’altra tappa imperdibile del tuo viaggio a Jaisalmer sono i Templi Giainisti, un complesso di sette templi costruiti tra il 13esimo e il 15esimo secolo in arenaria gialla proprio come il resto degli edifici del Forte.

Entrata del Chandraprabhu, uno dei templi Giainisti di Jaisalmer

I Giainisti sono i seguaci di Jina, un maestro spirituale contemporaneo di Buddha che ha influenzato tantissimo il pensiero di Ganghi.

Jina e i suoi seguaci infatti credevano nella non violenza assoluta e praticavano il vegetarianismo estremo. Per farti un esempio, stanno attentissimi mentre camminano a non calpestare inavvertitamente un insetto… o ingoiarlo!

A parte questi simpatici fun fact, i templi giainisti sono da visitare per le loro stupende decorazioni!

In particolare si distinguono per le sculture in marmo bianco di uomini ed animali.

Una delle statue di Marmo Bianco dei Templi Giainisti

Veramente un luogo bellissimo e suggestivo!

VEDERE IL TRAMONTO DAI BASTIONI DEL FORTE DI JAISALMER.

Eccoci al nostro numero tre delle cose imperdibili da vedere a Jaisalmer: il tramonto dai bastioni del forte di Jaisalmer.

Tramonto sui bastioni di Jaisalmer

Ti consiglio di fare una bella passeggiata lungo i bastioni poco prima del tramonto e fermarti in uno dei baretti delle terrazze del forte per prenderti qualcosa da bere mentre ti godi lo splendido panorama su Jaisalmer.

Panorama di Jaisalmer al tramonto

Un’esperienza veramente indimenticabile!

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI JAISALMER.

IL LAGO GADISAR.

Una breve escursione da fare nei dintorni di Jaisalmer è sicuramente il Lago Gadisar, a circa 1 chilometro dal forte.

Barchette sul Lago Gadisar

Ci si può arrivare benissimo anche a piedi, ma noi abbiamo deciso di prendere un tuk tuk (a Jaisalmer fa veramente caldo!!).

Il Lago Gadisar è un lago artificiale costruito da Rawal Jaisal che ha garantito l’approvvigionamento d’acqua dal 14esimo fino al 20 secolo!

Oggi il lago è un meraviglioso luogo di pace circondato da templi e santuari, dove puoi incontrare tanti amici animali che come te cercano un po’ di fresco nelle calde giornate indiane!

Mucche e papere al lago Gadisar

ESCURSIONE NEL DESERTO THAR.

E ci lasciamo alla fine il numero uno delle cose essenziali da fare in un viaggio a Jaisalmer: l’escursione nel Deserto Thar.

Solitamente le escursioni vengono organizzate di pomeriggio per poter ammirare lo splendido tramonto tra le dune del deserto.

Puoi chiedere nei vari punti turistici di Jaisalmer o direttamente alla reception del tuo hotel. Noi siamo state al favoloso Hotel Garh Jaisal Haveli.

Considera che nel deserto fa veramente ma veramente caldo ed è essenziale idratarsi! Di norma i tour organizzati prevedono ampie dispense d’acqua ma per sicurezza chiedi, altrimenti procurati quante più bottiglie puoi!

Noi abbiamo fatto un’escursione in jeep da Jaisalmer verso le Dune di Sam con varie tappe nel percorso. Solitamente le escursioni nel deserto includono anche la cammellata, ma noi abbiamo deciso di non farla perché non siamo certe di come vengano trattati i cammelli in questa zona.

Cammellata o no, l’escursione nel Deserto Thar è un’esperienza incredibile e ti consiglio di farla assolutamente!

Tra le tappe sul deserto ci sono diversi villaggi rurali con case fatte di fango, terra e la sacra cacca di mucca! Ti correranno incontro i bambini del villaggio che non vedranno l’ora di chiederti “one dollar”!

Uno dei villaggi rurali del Deserto Thar

Un’altra tappa è il misterioso villaggio abbandonato di Kuldhara. La storia di questo luogo è veramente intrigante! Pare infatti che tutti gli abitanti di questo villaggio scomparvero in una sola notte nel 1825.

Rovine del Villaggio di Kuldhara

Circolano tantissime teorie sul perché, dall’acqua avvelenata alla fuga dall’oppressione del governatore locale, dal terremoto alla semplice ricerca di nuove fonti d’acqua.

Ovviamente non mancano anche le leggende e molti credono che Kuldhara sia un luogo infestato dai fantasmi! Uuuuuhhh!!

Prima di arrivare alle dune passiamo anche per il Forte di Khaba, un forte del 13esimo secolo, centro del villaggio di Kuldhara.

Forte di Khaba nel Deserto Thar

Il forte è maggiormente in rovina: parte è stato ristrutturato e parte è stato trasformato in un museo.

Ed eccoci finalmente al pezzo forte della nostra gita: le dune di Sam.

Mentre aspettiamo il tramonto facciamo foto e selfie di rito con facce simil sorridenti che nascondono in realtà un grandissimo disagio interno per gli impegnativissimi 50 gradi celsius. Un po’ come Fantozzi che “a quelle temperature andava in estasi mistica”.

Selfie con cammelli alle Dune di Sam nel Deserto Thar

Ed ecco finalmente il sole che cala e si nasconde tra le dune portando un po’ di fresco e uno spettacolo incredibile che ti fa dire “ne è valsa veramente la pena”!

Tramonto tra le Dune di Sam nel Deserto Thar

Salutiamo il deserto e torniamo verso Jaisalmer per recuperare le nostre valigie. Ci aspetta un viaggio notturno in treno verso la nostra prossima tappa: Jodhpur.

Tutti in carrozza!

Oddio aspetta… dimmi che è uno scherzo…

Pessime condizioni del vagone del treno notturno da Jaisalmer a Jodhpur

To be continued…

Booking.com

Guarda anche:

DELHI: COSA VEDERE IN DUE GIORNI

UDAIPUR: COSA FARE IN TRE GIORNI

JODHPUR: LE COSE MIGLIORI DA VEDERE NELLA CITTÀ BLU DELL’INDIA

PUSHKAR: 5 MOTIVI PER VISITARE LA CITTÀ VEGANA DELL’INDIA

JAIPUR: LE COSE IMPERDIBILI DA VEDERE NELLA CITTÀ ROSA DELL’INDIA

TAJ MAHAL: CONSIGLI PER VISITARLO SENZA LA FOLLA DI TURISTI

AGRA: COSA VEDERE OLTRE IL TAJ MAHAL

VARANASI: COSA VEDERE NELLA CITTÀ SACRA SUL FIUME GANGE

Torna su:

VIAGGIO IN INDIA

JAISALMER: ITINERARIO DI DUE GIORNI NELLA CITTÀ GIALLA DELL\'INDIA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.