PUSHKAR: 5 MOTIVI PER VISITARE LA CITTÀ VEGANA DELL’INDIA

Cosa vedere a Pushkar India: Panorama dal Tempio Savitri

Questo articolo potrebbe contenere dei link di affiliazione, il che significa che potrei ricevere una commissione a nessun costo aggiuntivo per te se effettui un acquisto tramite un link sul mio sito. Leggi l’informativa completa per maggiori informazioni.

Cosa vedere a Pushkar: scopri quali sono i 5 motivi per cui devi assolutamente visitare la città vegana dell’India.

Così di istinto mi viene da dire che Pushkar è una delle città più strane che abbia mai visto. Del genere “sto sognando? ho dormito?” che neanche Edward Norton in Fight Club.

Camminare per Pushkar ti dà quella sensazione di fluttuare continuamente in una dimensione onirica. Come se di materiale ci fosse ben poco, ciò che conta qui è la spiritualità.

Non a caso Pushkar è una delle città sacre dell’India ed è meta di pellegrinaggio indù.

In questo articolo ti racconto perché Pushkar è un luogo unico al mondo e cosa c’è da vedere nella città vegana dell’India.

PERCHÉ VEDERE PUSHKAR?

Vediamo quindi quali sono le 5 ragioni che fanno di Pushkar un luogo unico al mondo!

1. PUSHKAR È UNA DELLE CITTÀ PIÙ ANTICHE DELL’INDIA.

Non sappiamo con precisione la data della sua fondazione ma Pushkar è una delle città più antiche dell’India.

Secondo la leggenda, Pushkar sarebbe nata in seguito alla battaglia del dio Brahma con un demone. Sembra che Brahma fosse riuscito a ucciderlo con l’aiuto di un fiore di loto (anvedi sto fiorellino) e che tre petali cadendo avessero formato i tre laghi di Pushkar.

Un’altra versione dice invece che i laghi si sono formati con le lacrime di Brahma. Povero Brahmino! Che ti hanno fatto?

2. PUSHKAR È L’UNICA CITTÀ AL MONDO CON UN TEMPIO DEDICATO A BRAHMA.

A Pushkar si trova l’unico tempio al mondo dedicato al dio Brahma, motivo per cui la città è meta di pellegrinaggio indù.

Brahma è responsabile della creazione dell’universo materiale ed è una delle divinità più importanti della religione induista. Fa parte infatti della triade delle divinità supreme insieme a Vishnu e Shiva.

Ma se è così importante perché esiste solo un tempio dedicato a Brahma? Colpa della moglie! Sembra infatti che la moglie di Brahma fosse molto ma molto arrabbiata con lui, tanto che lo ha maledetto condannandolo a non essere venerato da nessuna parte.

Poi però ci ha ripensato e ha detto “vabbè dai, solo a Pushkar!”.

Mannaggia Brahmì, che le hai combinato? È per questo che piangevi?

Il tempio di Brahma è fatto di marmo dipinto e la sua guglia rossa spunta nel panorama di Pushkar.

Tempio di Brahma

Per raggiungerlo devi salire su una scala di marmo dove in cima troverai l’ingresso al tempio e un cigno, il veicolo di Brahma.

Il tempio è decorato con tantissime monete d’argento e nel santuario principale si trova una statua di Brahma a grandezza naturale.

3. A PUSHKAR PUOI VEDERE CIRCA 400 TEMPLI E 52 GHAT.

Oltre al tempio di Brahma ci sono tantissimi altri templi a Pushkar. Mi rendo conto che probabilmente non avrai tempo, voglia ed energia per vederli tutti e 400 quindi puoi sceglierne un paio che ti ispirano di più.

Noi abbiamo visitato il Tempio Savitri, dedicato alla moglie di Brahma. Lo abbiamo scelto più che altro perché si trova in cima a una collina da cui puoi ammirare il panorama di tutta Pushkar mentre giochi con le scimmie.

Scimmie e Panorama di Pushkar dal Tempio Savitri

Scherzo, per favore non ci giocare!

Ci puoi arrivare prendendo la cabinovia o salendo i MILLE scalini, proprio come i fedeli indù in pellegrinaggio.

Panorama di Pushkar e della cabinovia dal Tempio Savitri

Noi abbiamo fatto tutti gli scalini!

Non sono credibile vero?

Un altro tempio da vedere è il Tempio Rangji, dedicato a Rangu, l’incarnazione del dio Vishnu. Considera che gli stranieri non sono ammessi al santuario principale ma vale la pena osservare le decorazioni del tempio.

Tempio Rangji

Un altro bellissimo tempio è il Gurudwara Singh Sabha, famoso per essere stato visitato dai due guru più importanti della comunità Sikh. Noi non lo abbiamo visitato perché un po’ fuori dal centro ma la terrazza del nostro hotel Moti Mahal – a Heritage Haveli ci ha regalato una bellissima vista sul tempio.

Tempio Gurudwara Singh Sabha di Pushkar

Oltre ai templi, l’attrattiva principale di Pushkar sono i suoi 52 ghat, scalinate che portano al lago sacro. I fedeli si immergono nelle acque del lago per purificarsi dai peccati e curare le malattie della pelle.

Panorama sui Ghat di Pushkar

Tra i ghat più importanti c’è il Gandhi Ghat da dove sono state sparse le ceneri di Gandhi.

Attenzione! Un po’ per tutta Pushkar ma nei ghat in particolare ci sono dei finti sacerdoti che ti offriranno delle preghiere in cambio di soldi. Ignorali! Potrebbero anche minacciarti con delle maledizioni. Tiè!

4. PUSHKAR È UNA CITTA 100% VEGETARIANA.

Ok forse questo punto per molti non è particolarmente entusiasmante ma, a prescindere dalle tue scelte alimentari, è un aspetto unico di Pushkar.

Pensa che qui la carne è completamente illegale, così come l’alcol!

Ad essere precisi Pushkar è una città vegana, ma puoi trovare qualche ristorante che serve cibo con latte e uova. Ma per la carne e un bicchiere di vino, non c’è niente da fare!

Pensa però che non avrai invece molti problemi a trovare un po’ di marijuana, di cui fanno ampio uso a Pushkar. Io però non ti ho detto niente!

5. A PUSHKAR TI PUOI VIZIARE PER ORE CON YOGA E MASSAGGI.

A Pushkar c’è un atmosfera rilassatissima pseudo-hippie e viziarti un po’ con yoga e massaggi è un must.

Oltre allo shopping a Sadar Bazar, la strada principale, puoi dedicarti a ore di relax scegliendo il massaggiatore o il maestro yoga che ti ispira di più.

Io dopo aver fatto la brava turista mi sono dedicata ad una manicure e ad un massaggio energico con la speranza di alleviare il dolore al nervo che pian piano si stava impossessando di tutta la mia gamba.

Il dolore non è passato, anzi più tardi in albergo avrei passato ore infernali, ma non ne vogliamo al povero massaggiatore. Sono bravi, non dei maghi. Anche se forse molti credono di esserlo!

Ah! Aggiungo un piccolo punto extra ai motivi per visitare Pushkar. Ogni anno si tiene la fiera di cammelli più grande al mondo. Io non ero lì per l’occasione quindi non so dirti se ne vale la pena ma se capiti da quelle parti verso novembre dai un’occhiata alle date in cui si svolge e fammi sapere com’è!

Intanto nell’attesa clicca sull’articolo successivo e vieni con me alla scoperta della prossima tappa del nostro viaggio nel Rajasthan: Jaipur, la città rosa dell’India.

Booking.com

Guarda anche:

DELHI: COSA VEDERE IN DUE GIORNI

UDAIPUR: COSA FARE IN TRE GIORNI

JAISALMER: ITINERARIO DI DUE GIORNI NELLA CITTÀ GIALLA DELL’INDIA

JODHPUR: LE COSE MIGLIORI DA VEDERE NELLA CITTÀ BLU DELL’INDIA

JAIPUR: LE COSE IMPERDIBILI DA VEDERE NELLA CITTÀ ROSA DELL’INDIA

TAJ MAHAL: CONSIGLI PER VISITARLO SENZA LA FOLLA DI TURISTI

AGRA: COSA VEDERE OLTRE IL TAJ MAHAL

VARANASI: COSA VEDERE NELLA CITTÀ SACRA SUL FIUME GANGE

Torna su:

VIAGGIO IN INDIA

PUSHKAR: 5 MOTIVI PER VISITARE LA CITTÀ VEGANA DELL\'INDIA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.