COSA VEDERE A STOCCOLMA IN DUE GIORNI

Cosa vedere a Stoccolma: il panorama dal Municipio

Questo articolo potrebbe contenere dei link di affiliazione, il che significa che potrei ricevere una commissione a nessun costo aggiuntivo per te se effettui un acquisto tramite un link sul mio sito. Leggi l’informativa completa per maggiori informazioni.

Cosa Vedere a Stoccolma in Due Giorni: itinerario di due giorni alla scoperta a piedi della capitale svedese, con informazioni su cosa fare a Stoccolma e dove dormire a Stoccolma.

Stoccolma è stata la prima tappa del mio straordinario viaggio in crociera alla scoperta di Tallinn, Helsinki e San Pietroburgo.

Prima di salpare verso le acque baltiche ho deciso di passare un paio di giorni a Stoccolma per scoprire cosa c’è di interessante da vedere nella capitale svedese.

Se stai leggendo questo articolo probabilmente anche tu hai deciso di dedicare due giorni del tuo preziosissimo tempo alla visita di Stoccolma. Complimenti! Ottima scelta!

Stoccolma, composta da ben 14 isole, è una città davvero interessante. Innanzitutto perché è il luogo in cui si svolge la prestigiosa cerimonia di consegna del Premio Nobel! Inoltre ospita il museo che custodisce l’imponente Vasa, la leggendaria nave da guerra che affondò durante il suo viaggio inaugurale.

Insomma ci sono veramente tante cose da fare a Stoccolma! Ma bastano quindi due giorni per visitare Stoccolma? La risposta è sì!

E allora continua a leggere per scoprire quali sono le cose imperdibili che puoi vedere a Stoccolma in un paio di giorni!

COSA VEDERE A GAMLA STAN, LA CITTÀ VECCHIA DI STOCCOLMA.

Iniziamo il nostro itinerario alla scoperta di Stoccolma con una bella passeggiata tra le splendide stradine acciottolate di Gamla Stan, una delle città medievali meglio conservate in Europa.

Gamla Stan, che in svedese significa città vecchia, è il centro storico di Stoccolma che fu fondata qui nel 1252.

Oltre a bar, ristoranti, negozi e piccole boutique, la città vecchia è piena di interessanti attrazioni da visitare. Vediamo quali sono quelle principali!

KUNGLIGA SLOTTET, IL PALAZZO REALE DI STOCCOLMA.

Il Palazzo Reale di Stoccolma, residenza ufficiale del Re di Svezia, è l’attrazione turistica più importante del centro storico e con le sue 600 sale è uno dei palazzi più grandi al mondo.

Facciata del Palazzo Reale di Stoccolma

Il Palazzo Reale fu costruito sullo stesso luogo dove sorgeva Tre Kronor, il castello originale distrutto da un incendio nel 1697.

Oltre agli Appartamenti Reali, puoi visitare diversi musei all’interno del complesso, tra cui l’Armeria Reale dove si trovano le armi e i costumi reali.

Inoltre puoi assistere gratuitamente al cambio della guardia che si tiene nel cortile del Palazzo.

Nonostante la famiglia reale risieda attualmente nel castello di Drottningholm, sull’omonima isola, Kungliga Slottet è considerato comunque la residenza ufficiale e viene ancora usato per le cerimonie ufficiali.

Dietro l’angolo troviamo Storkyrkan, la cattedrale di Stoccolma.

STORKYRKAN, LA CATTEDRALE DI STOCCOLMA.

Storkyrkan è una delle attrazioni principali di Gamla Stan e il suo campanile può essere visto da ogni angolo della città vecchia.

Campanile della Cattedrale di Stoccolma

La cattedrale, costruita nel 1279 e dedicata a San Nicola, il santo patrono dei marinai, è diventata una chiesa luterana nel 1527 ed è famosa soprattutto perché custodisce la scultura in legno di San Giorgio e il Drago realizzata da Bernt Notke nel 1489.

Puoi vedere anche una replica in bronzo della scultura a Kopmantorget, una piazza che si trova a qualche minuto a piedi dalla cattedrale.

Replica della Scultura di San Giorgio e il Drago

Data la sua vicinanza al Palazzo Reale, Storkyrkan è stata utilizzata nel corso della storia per incoronazioni, matrimoni e funerali reali.

Lasciati ora la cattedrale alle spalle e incamminati verso Stortorget, la piazza più antica di Stoccolma.

STORTORGET, LA PIAZZA PIÙ ANTICA DI STOCCOLMA.

Ah che bella Stortorget! Questa bella piazza con le casette colorate che vengono riprodotte su innumerevoli calamite dei negozi di souvenir ti affascinerà sicuramente!

Casette colorate di Stortorget

Atmosfera di pace, tanti colori, tavolini all’aperto, e piacevoli melodie dei musicisti improvvisati di strada. Bella sensazione vero?

Ora immagina di tornare indietro col tempo di qualche secolo. Beh sono sicura che non proveresti affatto le stesse emozioni! Stortortget è stata infatti teatro di un orribile massacro, famoso con il nome di Bagno di Sangue di Stoccolma, avvenuto nel 1520.

In quell’anno, precisamente nelle giornate tra l’8 e il 10 novembre, i danesi, dopo aver assediato la città, fecero impiccare e decapitare un centinaio di nobili e religiosi proprio in questa piazza. L’evento fu così cruento che fiumi di sangue iniziarono a scorrere dalla piazza verso le vie vicine, creando appunto un vero e proprio “bagno di sangue”.

Ma dimentichiamoci un attimo di questo macabro evento e godiamoci l’atmosfera ben diversa che pervade oggi questo luogo così pittoresco.

Oltre alle splendide casette colorate, la piazza è famosa anche per il Museo del Premio Nobel, che si trova nel vecchio Palazzo della Borsa.

Facciata del Museo del Premio Nobel di Stoccolma

Se decidi di visitare Stoccolma a Natale, non perderti un giro tra i mercatini che vengono allestiti proprio qui a Stortorget.

La piazza e l’area circostante che comprende Kopmangatan, la strada più antica della città, e altre piccole stradine, è racchiusa dalle due strade principali di Gamla Stan: Osterlanggatan e Vasterlanggatan.

OSTERLANGGATAN E VASTERLANGGATAN, LE STRADE DELLO SHOPPING DI STOCCOLMA.

Se adesso ti è venuta voglia di fare un po’ di shopping, troverai tanti negozietti e diverse boutique a Osterlanggatan e Vasterlanggatan.

Negozi e ristoranti che si affacciano su Vasterlanggatan a Stoccolma

Le due strade principali del centro storico coincidono con il perimetro delle mura antiche che un tempo proteggevano la città.

Mentre passeggi su Vasterlanggatan guardati bene intorno per scovare Marten Trotzigs Grand, il vicolo più stretto di Stoccolma, “largo” solamente 90 centimetri.

Lo stretto vicolo di Marten Trotzigs Grand

Non è facile trovarlo ma sono sicura che con i tuoi occhi da lince riuscirai nell’impresa!

Passeggia ancora un po’ senza meta tra i bei vicoli acciottolati di Gamla Stan e, prima di lasciare l’isola, fai un saltino sulla Riddarholmen, l’isola dei Cavalieri.

RIDDARHOLMEN, L’ISOLA DEI CAVALIERI.

Riddarholmen, l’isola dei Cavalieri, è uno dei miei luoghi preferiti di Stoccolma.

Piazza con edifici colorati sull'isola Riddarholmen

Dopo un giro tra le strade piene di turisti di Gamla Stan, l’isola dei Cavalieri ti sembrerà una vera isola di pace, un universo parallelo oltre un portale immaginario.

Veramente una straordinaria atmosfera!

Riddarholmen ospita l’omonima chiesa che custodisce le tombe dei sovrani di Svezia.

Chiesa Riddarholmen sull'Isola dei Cavalieri

Goditi per un po’ l’atmosfera tranquilla di questo splendido isolotto e il bel panorama sul Municipio sul mare prima di proseguire verso la prossima tappa.

Vista sul municipio di Stoccolma dall'Isola dei Cavalieri

IL PARLAMENTO DI STOCCOLMA.

Lasciamo ora Gamla Stan passando per Helgeandsholmen, l’isolotto che collega la città vecchia con quella nuova.

L’isola è occupata interamente dall’edificio del Riksdag, il Parlamento svedese.

Il Parlamento Svedese sull'isola Helgeandsholmen di Stoccolma

Il sabato e la domenica puoi entrare gratuitamente nel Parlamento con una visita guidata, mentre d’estate i tour si tengono dal lunedì al venerdì.

COSA VEDERE A SKEPPSHOLMEN, L’ISOLA DELLE NAVI DI STOCCOLMA.

Spostiamoci ora su un’altra area importante di Stoccolma: Skeppsholmen che in svedese significa isola delle navi in quanto è stata proprietà della Marina Militare Svedese fino al 19° secolo ed è il luogo dove si costruivano le navi da guerra della flotta svedese.

Panorama su Skeppsholmen

Skeppsholmen è una piccola isola che ospita oggi il Moderna Museet, con installazioni d’arte moderna e contemporanea e opere di artisti come Dalì, Munch, Picasso e Matisse. Inoltre su quest’isola puoi visitare il Museet Ostasiatiska, con opere provenienti dall’Oriente, e l’Arkitekturmuseet, un museo sull’architettura svedese.

Se non hai tempo per visitare i musei, puoi semplicemente rilassarti con una bella passeggiata tra le tranquille aree verdi dell’isola.

Skeppsholmen si unisce all’isolotto di Kastellholmen, dove puoi vedere Kastellet, una piccola fortezza in mattoni rossi che si trova in cima a una collinetta.

Fortezza Kastellet di Stoccolma

Incamminati ora di nuovo verso la terraferma ma non dimenticare di scattare una foto su uno dei ponti più fotografati della città, Skeppsholmsbron, all’altezza della corona dorata.

Panorama di Stoccolma dal ponte Skeppsholmsbron all'altezza della corona dorata

COSA VEDERE A DJURGARDEN, L’ISOLA VERDE DI STOCCOLMA.

Ci aspetta ora un’altra meravigliosa isola da scoprire: Djurgarden, la grande isola verde di Stoccolma.

L’isola Djurgarden ospita l’omonimo parco, un tempo riserva di caccia della famiglia reale, e importanti musei della città, tra cui il Vasa e lo Skansen.

IL MUSEO VASA.

Personalmente ho trovato la visita del Museo Vasa molto emozionante. Il museo custodisce l’enorme relitto della nave da guerra Vasa, orgoglio ma allo stesso tempo vergogna della corona svedese.

L'enorme relitto del Vasa custodito nel Museo Vasa

Orgoglio perché le fini e dettagliate decorazioni della nave sono un vero e proprio capolavoro che il re Gustavo II Adolfo Vasa, il sovrano che ne aveva ordinato la costruzione, non vedeva l’ora di mostrare al resto dell’Europa, con figure scolpite nei minimi dettagli con lo scopo di stupire e spaventare i nemici in guerra.

Decorazioni e Sculture del Vasa

Vergogna perché la nave è affondata durante il suo viaggio inaugurale nel 1628 a causa di errori di costruzione che hanno portato allo sbilanciamento del Vasa.

Il suo relitto è stato scoperto negli anni Cinquanta da alcuni sommozzatori e dopo delle grandiosi manovre di recupero la nave è stata portata in superficie e protetta in questo magnifico museo.

La parte incredibile è che la nave si è conservata benissimo nonostante fosse stata sommersa per oltre tre secoli e quello che vediamo oggi consiste al 98% di parti originali.

Appena sono entrata nel museo sono rimasta a bocca aperta di fronte a questo gigantesco relitto così ben conservato, e sono sicura che emozionerà tantissimo anche te.

Oltre al relitto, il museo custodisce gli oggetti e i resti umani che sono stati ritrovati all’interno della nave, con interessanti storie e descrizioni su video e didascalie.

LO SKANSEN.

Lo Skansen è il museo all’aperto più grande del mondo dove puoi passeggiare in mezzo a fedeli ricostruzioni di case svedesi in varie regioni del paese e in diverse epoche.

Essendo un’area molto grande probabilmente non riuscirai ad incastrare la visita del museo nel tuo itinerario di due giorni ma sicuramente te lo puoi appuntare per il tuo prossimo viaggio a Stoccolma!

ALTRI MUSEI SULL’ISOLA DJURGARDEN.

Oltre all’imperdibile Vasa, ci sono altri musei interessanti da visitare nell’isola verde di Stoccolma, tra cui il Museo Nordico e il Museo degli ABBA.

Il Museo Nordico è dedicato alla storia delle tradizioni culturali del popolo svedese dal Medioevo ai giorni nostri e fa parte dello stesso progetto che ha visto la nascita dello Skansen.

Facciata del Museo Nordico sull'isola Djurgarden di Stoccolma

Se invece ti senti più una “Dancing Queen” (o un “Fernando” per parità di sessi) allora non puoi perderti la visita del Museo degli Abba dedicato al mitico gruppo pop svedese.

Infine se vuoi concludere il giro dell’isola con una bella scarica di adrenalina avventurati tra le attrazioni del parco divertimenti Grona Lund.

Il Parco Divertimenti di Grona Lund

Oltre ad essere un parco divertimenti, il Grona Lund ha ospitato vari artisti per i loro concerti, tra cui il leggendario Bob Marley.

ALTRE COSE DA VEDERE A STOCCOLMA.

IL MUNICIPIO DI STOCCOLMA.

Oltre alle isole principali che ho descritto in questo articolo, non puoi lasciare Stoccolma senza aver visto il Municipio, edificio importantissimo della città in quanto è qui che si svolge il grande banchetto cerimoniale del Premio Nobel.

Municipio di Stoccolma visto dall'Isola dei Cavalieri

Se vuoi visitare l’interno del Municipio puoi prendere parte a un tour guidato che include la Sala Blu, dove si tiene il banchetto, e la sfarzosa Sala d’Oro, una sala decorata con un mosaico di 18 milioni di tessere d’oro e di vetro.

Stupendo è anche il panorama dell’arcipelago di Stoccolma dalla cima della torre del Municipio, che raggiungerai dopo una bella scalinata di 365 gradini.

Panorama di Stoccolma dalla torre del Municipio

Ne è valsa la pena vero?

ALTRE COSE DA VEDERE A STOCCOLMA.

Se hai ancora un po’ di tempo da ritagliare per la tua visita di Stoccolma, ti segnalo altre cose interessanti da vedere sulla terraferma:

  • SALA DEI CONCERTI DI STOCCOLMA. Il Teatro dove si svolge la prestigiosa Cerimonia di Consegna del Premio Nobel.
  • CHIESA DI SANTA CLARA. Chiesa luterana nel centro di Stoccolma.
Torre della Chiesa di Santa Clara di Stoccolma
  • PARCO KUNGSTRADGARDEN. Grande viale alberato con fontane e statue, tra cui la statua di Re Carlo XIII.
Viale alberato Kungstradgarden di Stoccolma
  • GUSTAV ADOLFS TORG. Piazza elegante dedicata a Gustavo II Adolfo Vasa (al centro della piazza si trova una sua statua) su cui si affacciano il Teatro dell’Opera, l’edificio del Ministero degli Affari Esteri e quello del Ministero della Difesa, e da cui parte Stromgatan, bellissima via che costeggia l’acqua.
Piazza Gustav Adolfs Torg con al centro la statua di Gustavo II Adolfo Vasa
  • DROTTNINGGATAN. Via principale dello shopping nel centro di Stoccolma.
Drottninggatan, la strada dello shopping di Stoccolma

COME ORGANIZZARE L’ITINERARIO DI STOCCOLMA IN DUE GIORNI.

Ora che sai tutto sulle cose principali da vedere a Stoccolma, vediamo come puoi organizzare la tua visita di Stoccolma in due giorni.

Io ho dedicato un giorno intero alla visita delle tre isole principali (l’isola di Gamla Stan, Skeppsholmen e Djurgarden) e mezza giornata alla visita del Municipio.

La prima giornata è stata molto intensa ed ho camminato veramente tanto ma ho preferito vedere il più possibile il primo giorno perché il pomeriggio seguente sono stata impegnata con le pratiche di imbarco in nave.

Se hai a disposizione due giornate intere per visitare Stoccolma puoi benissimo prendertela con più calma e dedicare il primo giorno al Municipio e Gamla Stan e il secondo giorno alle isole di Skeppsholmen e Djurgarden.

Mi raccomando, organizza il tuo itinerario in base anche agli orari e ai giorni di apertura dei musei che ti interessano visitare, in particolare ti consiglio vivamente di non perderti il Vasa!

Siti internet con informazioni (orari e prezzi) per la visita:

Palazzo Reale (inglese). Cattedrale di Stoccolma (inglese). Museo del Premio Nobel (italiano). Chiesa Riddarholmen (inglese). Parlamento (inglese). Moderna Museet (inglese). Museet Ostasiatiska (inglese). Arkitekturmuseet (inglese). Museo Vasa (italiano). Skansen (italiano). Museo Nordico (italiano). Museo degli ABBA (inglese). Grona Lund (inglese). Municipio di Stoccolma (inglese). Sala dei Concerti (inglese).

Per quanto riguarda come spostarsi a Stoccolma, io sono riuscita a visitare tutto a piedi. Ma io amo veramente veramente tanto camminare!

Se però preferisci risparmiare un po’ di energia, puoi spostarti tranquillamente in metro in quanto la città è ben servita dai servizi pubblici e inoltre alcune stazioni della metro sono un’attrattiva in sé per sé in quanto ci puoi trovare opere di vari artisti. Puoi leggere l’interessante articolo di Tripvillage sull’argomento.

DOVE DORMIRE A STOCCOLMA.

Allora, c’è da dirlo, dormire a Stoccolma non è economicissimo ma se frughi un po’ tra le offerte puoi trovare delle ottime soluzioni senza spendere una fortuna.

Booking.com

Io ad esempio ho beccato un’ottima offerta al Best Western Hotel Bentleys. I miei criteri sono stati: pulizia, bagno privato, colazione inclusa e posizione centrale. Criteri che però spesso portano a soluzioni piuttosto care.

Beh pare che ci sia stata un’estate caldissima l’anno precedente alla mia visita per cui molti ospiti si erano lamentati per la mancanza di aria condizionata, cosa di cui generalmente i paesi scandinavi non hanno bisogno. La struttura ha quindi deciso di abbassare notevolmente i prezzi per l’estate successiva e hanno equipaggiato le camere con un ventilatore.

Devo dire che nonostante facesse molto caldo in città il ventilatore ha fatto bene il suo lavoro e sono complessivamente molto soddisfatta dell’hotel, soprattutto della colazione, veramente abbondante!

Ti segnalo comunque anche altre strutture centrali con alti punteggi:

City Backpackers Hostel. Punti di interesse vicini: Drottninggatan. Offerta di camere (scelta tra bagni in comune o bagni privati) e appartamenti.

At Six. Punti di interesse vicini: Sala dei Concerti, Piazza Gustav Adolfs Torg, Parco Kungstradgarden, Chiesa di Santa Clara, Parlamento. Hotel 5 stelle.

The Sparrow Hotel. Punti di interesse vicini: Sala dei Concerti. Hotel 4 stelle.

Infine per scegliere il tuo hotel ti può essere utile confrontare la mappa degli hotel con la mappa delle attrazioni di Stoccolma che ho descritto in questo articolo.

Booking.com

COME ARRIVARE A STOCCOLMA DA AEROPORTO ARLANDA.

Infine prima di lasciarti penso che ti possa essere utile sapere come arrivare al centro di Stoccolma dall’aeroporto di Arlanda, visto che non è che sia proprio vicinissimo alla città. Ma non preoccuparti, è semplicissimo!

Puoi raggiungere la stazione centrale di Stoccolma con il pullman della compagnia Flygbussarna. Il tragitto dura circa 50 minuti e il prezzo di sola andata è di SEK99 (circa €9) o SEK198 andata e ritorno.

Puoi comprare il biglietto online direttamente sul sito di Flygbussarna.

E ora sai veramente tutto per il tuo viaggio a Stoccolma, ma se hai ancora dubbi o domande lasciami un commento qui sotto o mandami un messaggio compilando il modulo dedicato.

Ti auguro un viaggio meraviglioso!

Guarda anche:

COSA VEDERE A TALLINN

COSA VEDERE A STOCCOLMA IN DUE GIORNI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.