TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PRIMA DI PARTIRE PER LE MALDIVE

I miei consigli prima di partire per le Maldive

Questo articolo potrebbe contenere dei link di affiliazione, il che significa che potrei ricevere una commissione a nessun costo aggiuntivo per te se effettui un acquisto tramite un link sul mio sito. Leggi l’informativa completa per maggiori informazioni.

Tutto quello che devi sapere prima di partire per le Maldive: come scegliere l’isola giusta, quando andare, cosa portare, dove alloggiare e altri consigli.

Partire per le Maldive è probabilmente uno dei sogni più comuni di chi ama il mare.

Soprattutto quando la tua città è in pieno inverno e l’unica cosa che vorresti fare è rimanere sotto il piumone tutto il giorno. O partire per le Maldive.

Se finalmente hai deciso di regalarti questo sogno, puoi iniziare già a sorridere. Stai per fare una vacanza veramente meravigliosa che ricorderai per sempre!

Ci sono però delle cose molto importanti che devi tenere in considerazione prima di partire per le Maldive.

L’arcipelago delle Maldive è formato da ben 1.192 isole coralline e non è semplicissimo scegliere quella che si avvicina di più alle tue preferenze o esigenze. Ma non preoccuparti. In questo articolo ti aiuterò a scegliere l’isola perfetta per il tuo viaggio da sogno!

PARTIRE PER LE MALDIVE: QUALE ISOLA SCEGLIERE?

1. SCEGLIERE TRA ISOLA PRIVATA O ISOLA LOCALE.

La prima decisione che dovrai prendere sarà scegliere tra un’isola privata di un resort o un’isola dei pescatori dove vive la gente locale.

Vediamo i pro e i contro di ciascuna.

ISOLE PRIVATE DEI RESORT.

Le isole private dei resort sono le classiche isole da catalogo turistico con spiagge da sogno e villette di lusso sull’acqua. Ogni resort delle Maldive ha un’isola privata a cui possono accedere solamente gli ospiti del resort.

Il Meeru Resort alle Maldive

PRO:

  • Sono isole esclusive per un viaggio di lusso.
  • Sono curatissime e tenute secondo altissimi standard di qualità.
  • Dormire in una villetta sull’acqua è un’esperienza eccezionale.
  • Essendo isole private, non sono sottoposte alle regole del paese che prevedono il divieto di bere alcol e di girare in costume. Per cui su un’isola privata puoi bere alcol e stare in costume dove vuoi.

CONTRO:

  • Sono carissime. Alcune hanno prezzi più accessibili ma comunque elevati, altre raggiungono cifre che metterebbero in crisi anche la Famiglia Reale d’Inghilterra! Pensa che esiste un resort con una camera sottomarina (chiamata Muraka) che costa $50.000 a notte!
  • Le classiche villette sull’acqua non arrivano forse ai prezzi folli della Muraka ma anche queste hanno dei costi elevatissimi. Per cui spesso bisogna “accontentarsi” di una “semplice” sistemazione più classica.
  • Sono a mio parere poco autentiche. L’interazione con la gente locale, le loro tradizioni e le loro abitudini è pressoché nulla.

ISOLE LOCALI DEI PESCATORI.

Le isole locali dei pescatori si sono aperte da poco al turismo permettendo ai viaggiatori di visitare le Maldive a prezzi più contenuti.

Thulushdoo: un'isola locale alle Maldive

PRO:

  • I prezzi sono decisamente più bassi rispetto ai resort sulle isole private.
  • Soggiornare su un’isola locale è un’esperienza più autentica che ti permette di interagire con la gente del luogo e conoscerne gli usi e costumi.
  • Le spiagge sono meravigliose e non hanno nulla a che invidiare a quelle dei resort.
Bellissima spiaggia di Dhiffushi, un'isola locale delle Maldive
  • Qualsiasi spesa extra (escursioni o acquisti vari) ha un costo assolutamente contenuto.

CONTRO:

  • Purtroppo c’è un po’ di noncuranza per quanto riguarda i rifiuti. Ci sono dei punti in queste isole dove si accumulano bustine di plastica, pezzi di carta e sporcizia.
  • L’alcol è illegale e quindi il divieto di bere birra, vino o superalcolici è tassativo.
  • Alcune isole applicano regole più rigide sull’abbigliamento per cui bisogna coprirsi quando si va in giro.

2. SCEGLIERE L’ISOLA IN BASE ALLA DISTANZA DA MALÉ.

Un altro aspetto importantissimo da valutare prima di scegliere l’isola è la sua distanza da Malé, la capitale delle Maldive.

Tutti i voli internazionali atterrano all’Aeroporto Internazionale Velana di Malé (MLE) e da lì bisogna spostarsi internamente per raggiungere l’isola dove si andrà a stare.

Considera che le Maldive si estendono da nord a sud per circa 800 km e quindi per raggiungere le isole più lontane dovrai prendere un idrovolante!

Inizialmente avevo trovato un hotel sull’isola di Gan ma ho poi scoperto che l’unico modo per raggiungerlo da Malé sarebbe stato in idrovolante per la modica cifra di $1.000!

Sicuramente viaggiare in idrovolante sarebbe un’esperienza irripetibile, però se vuoi contenere i costi probabilmente ti converrà scegliere un’isola non troppo distante da Malé che puoi raggiungere in traghetto o con barca veloce.

3. SCEGLIERE TRA REEF O LAGUNA.

Le Maldive sono forse il luogo più bello dove fare snorkeling e immersioni.

Squalo in un'immersione alle Maldive

Tra gli atolli più conosciuti per immergersi ci sono l’atollo di Ari e l’atollo di Baa, in particolare per gli avvistamenti degli squali balena e delle mante.

Hanifaru Bay è una piccola baia nell’atollo di Baa dove si trovano i raggruppamenti di mante più numerosi al mondo, per cui la probabilità di avvistarle è molto alta.

Considera però che le isole di barriera (reef) hanno generalmente una spiaggia ridotta e l’acqua diventa subito profonda. Queste isole sono perfette se vuoi dedicare la tua vacanza alle Maldive esclusivamente alle immersioni.

Ma se viaggi con qualcuno che non pratica immersioni (o snorkeling) o se vuoi combinare anche un po’ di “vita da spiaggia” alle immersioni, allora dovresti scegliere un’isola con una laguna più ampia e raggiungere i punti di immersione con una bella escursione in barca!

LA MIA SCELTA: ISOLA DI DHIFFUSHI.

Considerati tutti questi aspetti, io ho scelto un’isola locale dei pescatori, raggiungibile in 45 minuti in barca veloce da Malé, e con un’ampia laguna.

L’isola che ho scelto si chiama Dhiffushi.

Mi è piaciuta? No. L’ho amata!

Comoda da raggiungere, spiagge meravigliose, possibilità di tante escursioni in barca per snorkeling e immersioni e un’atmosfera magica.

Su un'amaca a Dhiffushi

L’hotel dove sono stata poi è favoloso.

Si chiama Araamu Holidays & Spa ed è probabilmente il migliore dell’isola. Servizio impeccabile, stanza bella e pulita, e la possibilità di viziarsi un po’ nella spa!

Ti consiglio di prenotare il prima possibile perché la disponibilità si esaurisce velocemente.

QUANDO PARTIRE PER LE MALDIVE?

Una volta scelta l’isola perfetta bisogna considerare qual è il periodo migliore per partire per le Maldive.

Dal punto di vista climatico il periodo migliore è quello che va da dicembre a marzo. In Italia fa freddo e una fuga al caldo è perfetta. Inoltre questa è la stagione dei monsoni secchi per cui le piogge dovrebbero essere piuttosto rare.

Essendo il periodo migliore la logica vuole che sia anche quello più caro. C’è sempre un rovescio della medaglia no?

Da maggio a novembre i prezzi si abbassano ma i temporali sono piuttosto frequenti.

I prezzi si alzano particolarmente nel periodo di Natale e Capodanno, a Pasqua e ad agosto.

Il mese peggiore per andare alle Maldive è quindi agosto. In Italia fa caldo, fa caldo anche alle Maldive, piove pure, e gli hotel costano un sacco!

COME PRENOTARE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE?

Il viaggio alle Maldive è il classico viaggio da pacchetto turistico tutto compreso.

Molti prenotano il pacchetto volo + hotel a pensione completa nelle agenzie di viaggio.

Ma se anche tu come me hai un po’ di allergia ai pacchetti turistici preconfezionati, o se le Maldive sono una tappa di un viaggio itinerante fai da te in altri luoghi dell’Asia, puoi dare un’occhiata alle offerte disponibili nell’isola che hai scelto. Consiglio pensione completa.

Booking.com

Ti consiglio di passare l’ultima notte della tua vacanza alle Maldive a Malé, sia per esplorare un po’ la capitale sia per avvicinarti all’aeroporto il giorno prima del tuo volo di rientro. Solitamente i traghetti pubblici operano solo un paio di volte al giorno per cui non è semplice coordinare nella stessa giornata l’orario di partenza del traghetto con quello del volo.

COSA PORTARE ALLE MALDIVE?

Probabilmente la tua valigia per le Maldive sarà la valigia più leggera che farai per i tuoi viaggi: costumino, cappellino (o cappellone), ciabattina, e tanta tanta crema solare (e dopo sole)!

Portati la protezione 50+ e portatene tanta! Il sole è fortissimo e se hai deciso di partire per le Maldive nei mesi invernali probabilmente la tua pelle sarà bianca come la mozzarella!

Ricordati di portare dei copricostumi e dei vestiti coprenti se decidi di visitare qualche moschea.

Maschera e boccaglio sono generalmente forniti nelle escursioni ma se usare il boccaglio di un altro ti fa un po’ schifetto metti in valigia anche quello.

Oltre alla felpa o il maglione che userai in viaggio, non aggiungerne altri. Non ne avrai assolutamente bisogno! La temperatura minima di solito è sui 27 gradi!

QUALI SONO I DOCUMENTI NECESSARI PER PARTIRE PER LE MALDIVE?

Per noi italiani è sufficiente il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.

Non c’è bisogno di richiedere il visto prima della partenza perché viene rilasciato un visto turistico di 30 giorni direttamente all’arrivo in aeroporto.

Se il tuo viaggio non è organizzato da un tour operator dovrai portare con te la conferma della prenotazione dell’albergo.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI PRIMA DI PARTIRE PER LE MALDIVE.

FUSO ORARIO: GMT +5. Le Maldive sono 4 ore in avanti rispetto l’Italia. Il paese non adotta l’ora legale per cui quando nel nostro paese vige l’ora legale le Maldive sono 5 ore in avanti rispetto l’Italia.

ELETTRICITÀ: Normalmente le prese elettriche sono Tipo A e solitamente gli hotel forniscono gli adattatori internazionali.

VALUTA LOCALE: Rufiya. Tranne che per i piccoli negozi locali che accettano solo il pagamento in rufiya in contanti, il dollaro americano viene accettato un po’ ovunque e spesso anche l’euro. Solitamente se usi la carta di credito per i servizi esterni all’hotel viene applicata una tassa del 3.5%. Nelle isole locali non sono presenti ATM per cui ti conviene arrivare sull’isola già con dei contanti al seguito.

RELIGIONE E COSTUMI LOCALI: Il 100% degli abitanti delle Maldive è di religione musulmana. L’alcol è illegale e bisogna vestirsi in maniera appropriata anche in spiaggia. Generalmente però nelle isole locali più aperte al turismo il costume è permesso negli hotel e nelle spiagge chiamate appunto bikini beach. Al di fuori di questi luoghi bastano comunque anche dei pantaloncini e una canottiera o anche un semplice copricostume. Le isole private occupate dai resort invece sono esenti da queste regole.

Un viaggio alle Maldive è un viaggio molto semplice in cui non c’è bisogno di programmare molto. L’unico sforzo che devi fare prima di partire per le Maldive è solo una piccola ricerca sulle isole in base alle tue preferenze e alla tua disponibilità economica.

Ma non preoccuparti, una volta trovata la tua isola e organizzato il tuo viaggio, non devi più pensare ad altro e puoi finalmente goderti la tua bella vacanza alle Maldive senza pensieri!

Guarda anche:

COSA FARE A DHIFFUSHI: 10 IDEE PER ATTIVITÀ ED ESCURSIONI

Torna su:

VIAGGIO ALLE MALDIVE

Tutto quello che devi sapere prima di partire per le Maldive | Come scegliere l'isola giusta, quando andare, come prenotare un viaggio alle Maldive, cosa portare, quali sono i documenti necessari per partire e altre informazioni utili e consigli di viaggio per le Maldive. #Maldive #MaldiveConsigli #MaldiveConsigliViaggio #TravelBlog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.